Cerca
Close this search box.

Contemplative Studies

Un campo di studi emergente e innovativo

I Contemplative Studies sono un campo di ricerca e formazione interdisciplinare fortemente ispirato al buddhismo, accanto alle altre tradizioni contemplative, volto a indagare l’esperienza contemplativa e le sue pratiche, così come il particolare tipo di sapere e le specifiche trasformazioni che essa produce nel soggetto e nella comunità. Il campo è assai recente e ancora largamente in via di definizione, ma mostra una rapida crescita e un vasto potenziale, sia nell’ambito della ricerca pura che in quello delle sue possibili applicazioni nella società.

La metodologia

La metodologia che contraddistingue i Contemplative Studies integra vari approcci:

  • la ricerca in “terza persona”, per inquadrare le basi storico-religiose, filosofiche, sociologiche, psicologiche e neuroscientifiche dell’esperienza contemplativa;
  • l’indagine fenomenologica in “prima persona”, propria delle tradizioni contemplative e basata sull’auto-osservazione della coscienza, dei suoi contenuti e dei suoi stati, in un approccio critico e aconfessionale, dove non è richiesta l’accettazione del sistema dottrinale, filosofico e assiologico in cui le pratiche contemplative sono proposte;
  • l’approccio in “seconda persona”, riferito alla dimensione dialogica e intersoggettiva, fondamentale per l’indagine collaborativa circa l’esperienza contemplativa.

Gli obiettivi

Gli obiettivi dei Contemplative Studies possono essere suddivisi in due aree principali.

Nell’ambito della ricerca pura, includono non solo l’approfondimento dei processi e degli effetti implicati nell’esperienza e nelle pratiche contemplative, ma anche un valevole contributo alla ricerca scientifica e filosofica intorno alla coscienza – la sua natura, i suoi gradi e stati, nonché le sue relazioni con il cervello e il corpo – e ad altri aspetti fondamentali dell’esperienza umana (stati e gradi di felicità e sofferenza, forme dell’identità etc.).

Nell’ambito delle applicazioni delle pratiche contemplative ai diversi contesti della società contemporanea, i Contemplative Studies si rivolgono agli ambiti terapeutico e psicoterapeutico, pedagogico, della crescita personale e in altri contesti specifici (aziende, mondo dello sport etc.).

Le intenzioni del Centro Studi

Per favorire lo sviluppo di questo campo di studi e ricerche, il Centro Studi si impegna innanzitutto a contribuire a una più chiara definizione dei Contemplative Studies, nonché al loro riconoscimento in Italia e in Europa, intendendoli come un indirizzo di ricerca, un settore della formazione e un insieme di ambiti professionali e aree di intervento nella società.

In particolare, per la formazione e la ricerca accademica nel settore, il Centro Studi promuove la progettazione didattica di percorsi universitari (corsi di alta formazione, summer school, master, curricula e corsi di laurea) e la creazione di filoni e contesti di ricerca, nonché di divulgazione, legati a tale area e alle diverse discipline ivi incluse.

Esplora

Riproduci video

Giangiorgio Pasqualotto parla del Master in “Contemplative Studies”

Is essi volupta turestrum aut re cones placcullorro volestium qui cum